Affidamento: il padre che scredita la madre potrebbe perdere l’affidamento congiunto

I Giudici della Suprema Corte di Cassazione (Cass. Civile n.5847/2013), ribaltando la decisione assunta dal Tribunale di Catania che aveva disposto l’affidamento condiviso dei figli con collocamento presso il padre e disciplinato la frequentazione con la madre, confermavano la ragionevolezza della sentenza emessa dalla Corte d’Appello che affidava i due figli minori alla madre, con divieto provvisorio di contatti con il padre.
I Giudici delle Corte d’Appello, infatti, hanno ritenuto che “il comportamento negativo dei figli verso la madre fosse stato provocato dalla condotta ostruzionistica del marito che aveva ostacolato gli incontri e ingiustificatamente screditato la figura della madre nei loro confronti” e, quindi, che l’affidamento condiviso fosse pregiudizievole per i minori.

Maggiori informazioni sul Diritto di Famiglia

Per una consulenza professionale non esitare a contattarci: info@iltuolegale.it

Non si effettua consulenza legale gratuita.

E’ assolutamente vietata la riproduzione, anche parziale, del testo presente in questo articolo senza il consenso dell’autore. In caso di citazione è necessario riportare la fonte del materiale citato.