E-commerce e sicurezza dei pagamenti on-line

Pubblicata: QN-Economia (il Giorno, La Nazione, Il Resto del Carlino)

La sempre maggiore diffusione delle tecnologie digitali e di internet ha comportato lo sviluppo anche del fenomeno dell’e-commerce, ovvero l’attività di vendita e di acquisto di beni e servizi svolta tramite l’ausilio di mezzi di comunicazione informatica. In Italia, il fenomeno della vendita on-line è stato accolto inizialmente con molta freddezza da parte degli utenti di Internet, e solo negli ultimi tempi si sta registrando un forte sviluppo di questo tipo di commercio. Tra i motivi che hanno comportato questa iniziale diffidenza nei confronti dell’e-commerce oltre alla mancanza di dimestichezza con il mezzo tecnologico, vi sono l’impossibilità di avere un contatto diretto con il prodotto e, quindi, di poter effettuare una valutazione della bontà del prodotto medesimo; la mancanza di un contatto diretto con il venditore e, pertanto, l’impossibilità di poter fare affidamento sulla competenza e serietà del commerciante; ma, soprattutto, la poca fiducia riposta nella sicurezza delle transazioni concluse on-line.
La modalità più diffusa di pagamento on-line è il pagamento tramite carta di credito. In linea di massima le transazioni effettuate tramite carta di credito on -line sono tanto sicure quanto quelle effettuate nei confronti di un qualsiasi commerciante tradizionale: tuttavia, per quanto riguarda i pagamenti on-line, è possibile che, nella catena di operazioni che sono necessarie per portare a compimento la transazione, possano verificarsi problemi in vari ambiti, quali quello della autenticazione dei dati, del trasferimento e della loro conservazione da parte dei destinatari. Ed infatti, non sono nuove le notizie di hackers che riescono ad introdursi nei database di Società o Banche per copiare o clonare i numeri delle carte di credito in esse contenute.
Per questo, quando si vuole effettuare una transazione on-line, è importante verificare che i dati relativi alle transazioni finanziarie siano trasmessi in maniera sicura, in modo, cioè, da garantire che tutte le informazioni inviate dal computer dell’utente al computer del venditore non possano venire intercettate da estranei. Per questo fine si utilizzano evoluti sistemi di criptazione (il sistema di criptazione più diffuso oggi tra le aziende è SSL – Secure Socket Layer) cioè sistemi in grado di codificare e decodificare i dati che vengono digitati, in modo tale che possano essere interpretati solamente dal destinatario.
Se si vuole effettuare una transazione finanziaria on-line, è possibile verificare la presenza o meno di un sistema SSL controllando che sulla parte bassa dello schermo compaia il disegno di un lucchetto chiuso.

Per una consulenza in merito non esitare a contattarci.
info@iltuolegale.it

E’ assolutamente vietata la riproduzione, anche parziale, del testo presente in questo articolo senza il consenso dell’autore. In caso di citazione è necessario riportare la fonte del materiale citato.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*