INTERNET – L’utilizzo delle immagini e della musica

Sulla Gazzetta Ufficiale n° 21 del 25 gennaio 2008 è stata pubblica la nuova legge (L. 9 gennaio 2008 n° 2) contenente disposizioni concernenti la Società italiana degli autori ed editori. In tale legge è contenuta la discussa norma di modifica all’articolo 70 della Legge del 22 aprile del 1941. Dopo l’intervento del legislatore l’articolo 70 della legge sul diritto d’autore così recita:
1. Il riassunto, la citazione o la riproduzione di brani o di parti di opera e la loro comunicazione al pubblico sono liberi se effettuati per uso di critica o di discussione, nei limiti giustificati da tali fini e purché non costituiscano concorrenza all’utilizzazione economica dell’opera; se effettuati a fini di insegnamento o di ricerca scientifica l’utilizzo deve inoltre avvenire per finalità illustrative e per fini non commerciali.
1-bis. È consentita la libera pubblicazione attraverso la rete Internet, a titolo gratuito, di immagini e musiche a bassa risoluzione o degradate, per uso didattico o scientifico e solo nel caso in cui tale utilizzo non sia a scopo di lucro. Con decreto del Ministro per i beni e le attività culturali, sentiti il Ministro della pubblica istruzione e il Ministro dell’università e della ricerca, previo parere delle Commissioni parlamentari competenti, sono definiti i limiti all’uso didattico o scientifico di cui al presente comma.
2. Nelle antologie ad uso scolastico la riproduzione non può superare la misura determinata dal regolamento, il quale fissa la modalità per la determinazione dell’equo compenso.
3. Il riassunto, la citazione o la riproduzione debbono essere sempre accompagnati dalla menzione del titolo dell’opera, dei nomi dell’autore, dell’editore e, se si tratti di traduzione, del traduttore, qualora tali indicazioni figurino sull’opera riprodotta.”

File audio e immagini potranno quindi essere utilizzati liberamente su Internet a patto che la loro pubblicazione avvenga per finalità didattiche o scientifiche e senza scopo di lucro.
L’articolo 70 permetteva la libera utilizzazione di brani o parti di opere tutelate qualora ciò avvenisse per finalità non commerciali, ma per finalità didattiche, di critica o ricerca. Il comma introdotto amplia la portata dell’eccezione prevista dall’articolo 70 a immagini e musiche a bassa risoluzione o degradate.
Compito di stabilire i limiti all’uso didattico o scientifico è affidato ad un emanando decreto, per cui bisognerà attendere ancora un po’ per fissare i limiti all’eccezione prevista a nuova norma.

Per una consulenza in merito non esitare a contattarci.
info@iltuolegale.it

E’ assolutamente vietata la riproduzione, anche parziale, del testo presente in questo articolo senza il consenso dell’autore. In caso di citazione è necessario riportare la fonte del materiale citato.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*