L'elemento search-input non è registrato o non ha un file view.php.

Guida accompagnata per i diciassettenni

Esiste la possibilità di guida accompagnata per i diciassettenni, ma ci sono regole ben precise da rispettare. Vediamo insieme quali sono.

Il nostro ordinamento prevede la guida accompagnata per i diciassettenni

Con il presente articolo intendiamo fare chiarezza sul tema della guida accompagnata per i diciassettenni, fornire una definizione e precisare quando è possibile richiederla, cosa fare per ottenerla e quali prescrizioni rispettare.

Innanzitutto, serve evidenziare che la guida accompagnata, concessa ai diciassettenni, è una possibilità che il nostro ordinamento riconosce ormai da diversi anni – più precisamente dal 2012 – ma che ai più è ancora sconosciuta.

Trattandosi di un argomento molto dibattuto negli ultimi tempi, serve svolgere una serie di precisazioni.

Requisiti per guidare già a 17 anni

  1. La guida accompagnata è destinata ai ragazzi che hanno già compiuto 17 anni di età e sono in possesso della patente A1 o della patente B1, senza provvedimenti di revoca o sospensione a carico.Per poter guidare, con un accompagnatore, è necessario chiedere la preventiva autorizzazione all’ufficio provinciale del Dipartimento per i Trasporti Terrestri (ossia l’ex motorizzazione civile, attuale DTT) competente per territorio, firmata anche da almeno un genitore.
  2. Il DTT, a questo punto, rilascia all’interessato una ricevuta con la quale questi potrà iscriversi a uno degli appositi corsi propedeutici, tenuti dalle autoscuole. Solo una volta terminato il corso, il DTT rilascerà l’autorizzazione definitiva alla guida accompagnata, valida fino al compimento del diciottesimo anno di età dell’interessato.
    Dal compimento dei diciotto anni, si potrà chiedere il foglio rosa e sostenere l’esame per il conseguimento della patente di guida.
  3. Per quanto riguarda gli accompagnatori – i quali devono essere preventivamente autorizzati e possono essere al massimo tre – i requisiti che devono possedere sono: 1) avere un’età non superiore a 60 anni; 2) essere in possesso della patente di guida B o superiore da almeno dieci anni; 3) non aver subito alcuna sospensione della patente di guida negli ultimi cinque anni.
  4. I diciassettenni accompagnati possono guidare solo vetture con specifiche caratteristiche: innanzitutto, il rapporto tra potenza e peso non deve superare i 55kW/t mentre la potenza non deve in ogni caso superare i 70kW; in aggiunta, sul fronte e sul retro dell’auto deve essere apposto un contrassegno con la scritta “GA” nera su sfondo giallo retroriflettente.
  5. Serve svolgere un’ulteriore chiarimento sui limiti di velocità da rispettare e sulle sanzioni in cui possono incorrere i diciassettenni con guida accompagnata. I diciassettenni accompagnati alla guida devono rispettare gli stessi limiti di velocità – più bassi di quelli ordinari – previsti per i neopatentati: ossia 100km/h sulle autostrade e 90km/h sulle strade extraurbane principali. Inoltre, se viene commessa un’infrazione che comporta la sospensione della patente, la guida accompagnata è revocata in via definitiva.
  6. Infine, è assolutamente vietato il trasporto di altri passeggeri – fatta ovviamente eccezione per l’accompagnatore – e, se quest’ultimo non è presente mentre il diciassettenne è alla guida, è prevista la sanzione amministrativa pari a 398,00 Euro e il fermo dell’auto per tre mesi, oltre alla revoca dell’autorizzazione a guidare.
studio legale zambonin

Per una consulenza legale: info@iltuolegale.it – 02 94088188

Non si effettua consulenza legale gratuita.

È assolutamente vietata la riproduzione, anche parziale, del testo presente in questo articolo senza il consenso dell’autore. In caso di citazione è necessario riportare la fonte del materiale citato.